Malattie della Vite
Quali sono e come si riconoscono

Agrimec Srl

La vite è una pianta molto delicata che può essere soggetta a varie malattie; per evitare di diminuire o addirittura perdere il raccolto è necessario imparare a riconoscere queste malattie e capire come agire per porvi rimedio.

Le malattie causate dai funghi


Le principali problematiche causate dai funghi sono:

Peronospera


Si tratta di una delle più gravi patologie della vite perché colpisce tutti gli organi erbacei della pianta. Questo porta a una riduzione dell’attività fotosintetica da cui ne consegue una minore rendita sia a livello quantitativo che qualitativo. La presenza di questa malattia si riscontra facilmente osservando muffa bianca nella pagina inferiore delle foglie, acini disseccati e di colore bruno ma soprattutto, una macchia gialla sulle foglie con conseguente caduta.

Oidio


La sua comparsa è favorita da un clima umido e dall’assenza di irrigazioni. L’oidio tende ad attaccare le foglie, i tralci ancora verdi, le infiorescenze e i grappoli ricoprendo tutto con un pulviscolo bianco-grigiastro (da qui il nome Mal Bianco con cui è conosciuta la malattia). Nel caso in cui il fungo colpisca i grappoli in fase di prefioritura, si verifica una colatura dei fiori e la successiva necrosi dell’intero grappolo.

Botrite o muffa grigia


Questo fungo entra nella vite attraverso piccoli tagli e ferite della pianta e porta alla formazione di due tipi di muffa: il marciume grigio e il marciume nobile.
Il primo si manifesta quando il clima è particolarmente umido con temperature fra i 15 e i 25 gradi; il secondo invece tende a manifestarsi in presenza di un clima caldo secco alterato a condizioni di umidità come rugiada mattutina o piogge.

Escoriosi o necrosi corticale


La Phomopsis viticola, ovvero il fungo che porta alla escoriosi o necrosi corticale, attacca maggiormente i vitigni situati in collina e in particolare Cabernet, Groppello e Chardonnay. Il fungo, presente già durante l’inverno nel terreno, in primavera si propaga rilasciando le spore che attraverso stomi o spaccature dei tralci, arrivano a infettare la vite.

Marciume nero degli acini o black rot


La presenza di black rot si nota osservando macchie circolari di varie dimensioni sulle foglie. Sugli acini invece il danno inizia a evidenziarsi nella fase di ingrossamento, provocando macchie puntiformi marrone chiaro. Queste si propagano fino a causare la disidratazione e l’avvizzimento del grappolo. Sugli acini colpiti compaiono poi i picnidi e i periteci nero-violacei che producono spore con il rischio di infettare anche altre piante.

Mal dell’esca


Questa malattia è dovuta all’azione combinata di più microrganismi fungini che danneggiano sia il tronco che le radici della vite. La Mal dell’esca si manifesta soprattutto fra giugno e settembre e può avere una progressione lenta o un’unica fase acuta che porta all’improvviso avvizzimento dell’intera pianta.

Vuoi informazioni per l'acquisto?
clicca per chiamare
+390873942060 WhatsApp
oppure inviaci la tua richiesta compilando il modulo.
info@slmitalia.it